Rose e sorrisi

fullsizeoutput_2dc5

Avrà avuto l’età di mia madre, sedeva sui gradini della metro e porgeva stancamente rose.

Non era il tipico venditore ambulante insistente e fastidioso al quale avrei regalato un NO secco e uno sguardo assassino.

No, lei no.

Lei se ne stava lì, piccolo essere invisibile rannicchiato nel suo cantuccio di mondo,  con la rassegnazione negli occhi, mendicando uno sguardo e qualche spicciolo.

Non so bene perché, ma mi sono avvicinata e le ho chiesto se avesse bisogno di qualcosa, dove sarebbe andata a dormire stanotte, se avesse da mangiare.

Più la osservavo, più mi accorgevo della sua difficoltà ad esprimersi nella mia lingua, dei solchi sulle sue guance e della paura, tanta paura negli occhi.

Così, per rassicurarla,  mi sono seduta anche io sui gradini e le ho spiegato che in quel modo non avrebbe mai venduto nemmeno una rosa, non senza accompagnarla almeno con un sorriso.

Ho tirato fuori qualche spicciolo dalle tasche, le ho comprato una rosa e l’ho regalata sfacciatamente  alla prima persona che passava, una ragazzina peruviana che mi ha guardato come fossi un’aliena e poi se n’è andata sorridente con la sua bella rosa in mano.

A quel punto, la signora delle rose si è alzata, ha richiamato a sé tutta la luce che aveva perso chissà dove e, con un po’ di imbarazzo, ha iniziato a porgere grosse rose gialli e larghi sorrisi. 

La gente si fermava incuriosita e, mentre lei porgeva rose e sorrisi, io al suo fianco ammiccavo e sorridevo più forte! Finché non mi sono ritrovata a ridere a crepapelle con una sconosciuta albanese di veneranda età, mentre tutt’intorno altra gente rideva e comprava rose! 

Abbiamo venduto tutto il mazzo, tranne una rosa, quella che mi ha voluto regalare e che mi ricorderà sempre il valore del verbo “essere”, rispetto a quello del verbo “avere”.

Annunci

2 thoughts on “Rose e sorrisi

  1. Mi hai fatto tornare in mente una storia, per certi versi simile, che mi è successa anni fa. Anche quella è iniziata con un sorriso. La racconterò…
    Son convinta che: dolce o amaro che sia, un sorriso mostra l’anima… se ricambiato, la fortifica.
    Te ne lascio uno dei miei… ^_^

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...